Conti Correnti

Come scegliere il miglior conto in banca? Quali sono le migliori offerte disponibili in Italia? Tra quali conti corrente online scegliere? Quali offrono la possibilità di avere zero spese?

La scelta è particolarmente vasta e ci saranno da prendere in considerazione diverse variabili. Niente paura però, perché di seguito troverai tutto quello di cui hai bisogno per scegliere il conto corrente che fa davvero al caso tuo.

Miglior conto corrente: Confronta i Conti Online

Per trovare il miglior conto corrente potete affidarvi al nostro comparatore, che vi offriranno un’immediata analisi di tutti i prodotti migliori proposti dalle banche in Italia, per permettervi di scegliere, con un paio di click, il conto che fa davvero al caso vostro.

Nel caso in cui il comparatore non faccia al caso vostro e vogliate saperne di più, fare per conto vostro e avere a disposizione le conoscenze che permettono di scegliere il conto in banca più conveniente in circolazione.

Come si sceglie un buon conto corrente?

Sono diverse le variabili che si devono tenere in considerazione prima di scegliere un conto corrente. Bisogna tenere conto dei costi, delle operatività consentite, della possibilità di avere assistenza, della possibilità di avere a portata di mano sportelli o altre comodità.

Dovremo tenere conto anche delle commissioni, che spesso vengono nascoste in contratti lunghissimi e impossibili sia da leggere, sia da comprendere.

Conto corrente a zero spese: è davvero possibile?

Sono moltissimi i conti in banca che vengono pubblicizzati come conti a zero spese, in grado di darci tutta l’operatività di cui abbiamo bisogno senza spendere neanche un euro.

Purtroppo, come spesso accade con le pubblicità, le cose non stanno esattamente così, perché nelle pieghe del contratto si nascondono costi magari anche alti.

Tra i costi che dobbiamo andare a ricercare e, nel caso in cui non fossero direttamente espressi, potremmo avere enormi problemi a individuare, troviamo:

  • costi di canone: sono i costi che sono associati al conto soltanto per il fatto di averlo; ci sono banche che richiedono ancora canone, altre che invece offrono conto a canone zero; state però attenti, perché non è questo l’unico costo che è associato in genere all’uso del conto;
  • costo di eventuali carte: che si tratti di carte bancomat, prepagate o carte di credito, possono esserci delle tariffe periodiche associate, anche importanti; controlliamo che i servizi di questo genere abbiano costi in linea con quelli delle altre banche e, dove possibile, preoccupiamoci di scegliere quelle che li offrono gratuitamente;
  • costo del bonifico: se utilizziamo lo strumento del bonifico anche solo qualche volta al mese, fa una discreta differenza averlo a 1 euro o gratis; un euro sembrerà un costo irrisorio, ma moltiplicato per 50 volte l’anno può rendere il conto molto più costoso di quelli che magari ci chiedono un conto annuale, ma che al tempo stesso ci offrono bonifici gratuiti;
  • costi legati ai servizi accessori: anche i servizi accessori possono essere a pagamento; pensiamo agli assegni, all’accesso all’home banking, all’accesso alle App, etc. Controlliamo anche quei costi nel caso in cui fossimo alla ricerca davvero del conto più conveniente;
  • costi legati ai prelievi: quanto costano i prelievi presso gli sportelli di altri operatori? Sono costi di cui si deve tenere conto, soprattutto nel caso in cui nella nostra zona non ci siano un numero adeguato di sportelli del gruppo bancario di riferimento;

Tenere conto di questi costi non è sempre semplice e, purtroppo, non è finita qui, perché per scegliere il miglior conto non possiamo guardare solamente alla voce dei costi.

Il conto in banca ha tutto quello di cui abbiamo bisogno?

Il secondo aspetto fondamentale è quello dei servizi offerti. A poco serve avere un conto deposito titoli se non abbiamo investimenti, così come non serve avere una carta di credito se non possiamo poi permetterci il fido.

Il conto in banca adatto a noi dovrebbe avere solo e soltanto quelli che sono i servizi di cui abbiamo bisogno, soprattutto se quello di cui non abbiamo bisogno vogliono proporlo a pagamento.

Allo stesso modo non dobbiamo accontentarci di un conto in banca che non possa offrire quello di cui abbiamo bisogno per operare:

  • serve un carnet di assegni?
  • serve avere una carta di credito?
  • vogliamo un conto che magari paghi anche qualche interesse?
  • abbiamo bisogno o no di poter usare lo sportello bancario?

Sono tutte domande che dobbiamo farci (e alle quali il conto deve necessariamente rispondere), prima di essere completamente sicuri che il conto che stiamo analizzando sia davvero quello che fa al caso nostro.

Scegliere il conto da un istituto sicuro

Sebbene tutte le banche che operano in Italia aderiscono al Fondo Interbancario di Garanzia, che copre i depositi dei correntisti, qualunque tipo di problema potesse avere la banca, fino a 100.000 euro, è sempre bene scegliere un istituto che sia affidabile e che non stia avendo alcun tipo di problema almeno nel momento in cui andiamo a sottoscrivere il contratto.

Scegliere un istituto con dei problemi, anche se almeno in Europa nuovi fallimenti sembrano essere completamente scongiurati, vuol dire mettersi al riparo da fastidi che comunque potrebbero lasciarci senza il denaro depositato per diversi mesi.

Ci sono conti online affidabili?

Sì. Ci sono moltissimi conti online molto affidabili, anche quando si tratti di gruppi bancari che non hanno alcun tipo di sportello fisico.

Nel nostro comparatore e nella lista di conti che vi proporremo più avanti ci saranno anche conti esclusivamente online, tutti affidabili e che permettono in genere di avere a costi più bassi gli stessi servizi o quasi di quelli tradizionali.

Se il comparatore non basta: ecco tutti i conti che dovreste conoscere

Se il comparatore di sopra non è riuscito a soddisfare le vostre esigenze, potrete scegliere il miglior conto in banca che fa al caso vostro seguendo una delle tante guide che abbiamo preparato su Investire24.it.

Non avrete bisogno di spulciare contratti chilometrici, non avrete bisogno di girare tra 100 siti: avrete tutte le informazioni di cui avete bisogno preparate dal nostro staff, per avere a disposizione un conto corrente davvero utile e con costi contenuti per tutte le vostre necessità.

Conto Corrente Postale: Costi,Tipologie e Opinioni 2017

Perchè scegliere un conto corrente postale? Nonostante l’offerta bancaria in Italia si sia allargata in modo molto deciso, il conto corrente postale continua ad essere una delle migliori alternative, soprattutto per chi non ha bisogno di operatività complicate e può accontentarsi dell’ufficio postale come interfaccia per le proprie operazioni bancarie. In realtà di acqua sotto ai…

Conto Corrente per Protestati: Ecco quali Sono i Principali Servizi. Leggi le Recensioni

E’ possibile aprire un conto corrente per protestati? Una volta “guadagnato”, se così possiamo dire, lo status di protestati, diventa complicato accedere alla quasi totalità dei servizi bancari, servizi che non solo avevamo a disposizione fino a poco tempo fa, ma che sono spesso necessari per continuare una vita con una parvenza di normalità. Certo,…